Immagine WRF Wind 10m (centro-sud) - ARW by ICON
Modello WRF-ARW per il Centro-Sud con la carta dei venti previsti a 10 metri. Rappresentati sia i vettori che le fasce colorate.
Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine Spaghetti Ensemble di Belluno
Ensemble del modello americano GFS. L'andamento del geopotenziale a 500hPa e la temperatura a... Leggi tutto...
Immagine WRF MSLP 3hPrec (ita)
Classica mappa del modello WRF con pressione al suolo e accumulo delle precipitazioni sull'Italia.... Leggi tutto...
Immagine Il Capitano Paolo Sottocorona e la sua attività di Meteorologo
Paolo nasce a Firenze il 17 Dicembre 1947.Frequenta gli studi classici e quattro anni di Ingegneria... Leggi tutto...
Immagine L’EVOLUZIONE CHE CI PORTERÀ L’INVERNO E PRIME PREVISIONI
Le grandi manovre atmosferiche hanno bisogno di tempo per strutturarsi e arrivare al massimo della... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Salerno
Anche dalla mappa qui a fianco si può notare la vastità della provincia di Salerno, tanto da... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Sassari
La provincia di Sassari è la più grande dell'Italia. A nord è delimitata dal golfo dell'Asinara,... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

LA PERSISTENZA DEL CALDO DI QUESTA CALDA ESTATE 2022

Scritto da Andrea Corigliano Venerdì 29 Luglio 2022 00:00

LA PERSISTENZA DEL CALDO DI QUESTA CALDA ESTATE 2022

Temperatura media giornaliera a Firenze tra il 29 Aprile e il 27 Luglio 2022Avremo modo di parlare a tempo debito dei bilanci di questa stagione estiva che si sta impegnando davvero molto per strappare lo scettro alla famigerata estate del 2003, appena diciannove anni dopo. In questo intervento desidero però spiegare, facendo riferimento al grafico allegato, che cosa significa quando affermiamo che siamo in presenza di un «persistente segnale di anomalia della circolazione atmosferica che dura dalla fine della prima decade di maggio».

Anche se i dati analizzati di temperatura fanno riferimento alla sola città di Firenze che prendiamo come caso di studio (fonte NOAA), parliamo di una situazione che grosso modo è comune a tutta l’Italia seppur con qualche distinguo, come per esempio l’esposizione del versante adriatico e del Sud a una più vivace circolazione settentrionale nelle fasi di stanca del promontorio nord africano che hanno permesso il passaggio di qualche impulso instabile. Facciamo riferimento agli ultimi novanta giorni, dal 29 aprile al 27 luglio.

Osservando l’andamento della temperatura media giornaliera (linea grigia) rispetto alla temperatura media climatica dell’ultimo trentennio (linea nera), possiamo notare come dal 6 maggio il capoluogo toscano sia entrato in un lungo periodo caratterizzato da temperature superiori alle medie che si sono mantenute tali fino alla breve parentesi di tre giorni, dall’8 al 10 luglio, quando temporaneamente l’anomalia termica è diventata debolmente negativa per poi ritornare in terreno positivo. Non ci sono quindi soltanto i numerosi picchi di caldo a testimoniare la martellante azione del campo anticiclonico subtropicale, ma soprattutto l’estensione di quell’area in grigio compresa tra le due curve di temperatura.

Questa estensione areale, che si è presentata praticamente senza interruzione per ben 83 giorni (dal 6 maggio fino a ieri), è il segnale più importante da considerare perché testimonia la persistenza di una configurazione barica soggetta in pratica a frequenti pulsazioni che hanno continuamente intensificato e attenuato l’impronta del promontorio nord africano, ma in fin dei conti senza mai cancellarla. Quell’area in grigio quantifica, in pratica, il peso notevole delle onde di calore che si sono susseguite fino a questo momento.



È quindi vero che in estate deve fare caldo. Ma quando è troppo ed è per troppo tempo, non va bene. Non va affatto bene. E questo grafico lo dimostra perché quella persistente e significativa anomalia positiva della temperatura ci sta facendo sperimentare una stagione estiva che non appartiene minimamente alle nostre latitudini.

Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Per le classiche previsioni del tempo, vai al meteo per oggidomani, oppure al METEO SETTIMANALE » Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica.

Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera

Stampa