Immagine I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon
: cosa si nasconde dietro al mito del Diluvio Universale? Quanto incisero le condizioni meteorologiche sullo sbarco degli alleati in Normandia? Come si svolse... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine La neve. Cos'è e come si prevede - Bertoni, Galbiati, Giuliacci
Nevicherà? Questa è la trepidante domanda che ogni inverno ci poniamo, fin dalla più tenera... Leggi tutto...
Immagine Guida Pratica al Meteo per l'Escursionista - Marco Virgilio
Pensato per tutti gli appassionati delle montagne friulane che vogliono affrontare le loro uscite... Leggi tutto...
Immagine Il luogo più freddo della Terra è più freddo di quanto si pensasse
I ricercatori hanno utilizzato i dati satellitari per determinare, tra le altre cose, a quanto può... Leggi tutto...
Immagine CURIOSITÀ SULLA PREVISIONE DELLA TEMPERATURA MASSIMA DI LUNEDÌ 3 FEBBRAIO
Come abbiamo detto, tra lunedì 3 e martedì 4 febbraio la nostra penisola sarà interessata dalla... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Toscana - Mappe grafiche dettagliate esaorarie
Le previsioni meteo per la regione Toscana. Il tempo atteso di notte, mattina, pomeriggio, sera
Immagine Previsioni meteo Sardegna - Mappe grafiche dettagliate delle 24 ore
Le previsioni meteo per la regione Sardegna. Il tempo atteso per i prossimi giorni. Riassunto nelle... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

BARLUMI DI NORMALITÀ ESTIVA

Scritto da Andrea Corigliano Venerdì 01 Luglio 2022 17:00

BARLUMI DI NORMALITÀ ESTIVA

L'espansione dell'Anticiclone delle Azzorre dopo il 7 LuglioNon sappiamo al momento se avrà intenzione di soggiornare per un po’ di giorni o se sarà soltanto una parentesi, ma il fatto che a partire dalla metà della prossima settimana l’Anticiclone delle Azzorre torni ad espandersi verso l’Europa centro-occidentale è una notizia.

Non fraintendetemi: sappiamo fin troppo bene che il problema principale è e resta purtroppo la siccità, ma vedere delinearsi un barlume di normalità nella circolazione generale dell’atmosfera fa almeno tirare un sospiro di sollievo specie se l’intervento di questa figura di alta pressione arriverà dopo quasi due mesi di caldo, a tratti molto intenso, di matrice nord africana.

Eccolo qui il nostro caro e vecchio anticiclone oceanico, distendersi con eleganza lungo i paralleli e portare le sue isobare ad abbracciare l’Italia per esporla a correnti dai quadranti settentrionali, cioè provenienti da direzioni opposte rispetto a quelle che ci hanno praticamente interessato dalla seconda decade di maggio.

Eccolo qui il nostro caro e vecchio anticiclone oceanico che molti di noi hanno imparato a conoscere grazie alle magistrali lezioni di meteorologia condotte in TV dal Generale Bernacca prima e dal Generale Andrea Baroni e Guido Caroselli poi.

Eccolo qui il nostro caro e vecchio anticiclone a cui non piacciono gli eccessi, che permette il ristoro notturno e che lascia spazio anche a qualche nota di instabilità.

Anche se andrà ad assumere una posizione un po’ più settentrionale rispetto quanto ci viene indicato dalla climatologia, non importa: sono dettagli che, con i tempi che corrono, non si guardano.



Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera

Stampa