Immagine Webcam - Vietri sul mare (Salerno)
Webcam Vietri sul Mare, in provincia di Salerno (SA), regione Campania. Di palazzosuriano.it e campaniameteo.it

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine WRF MSLP 3hSnow (ita) - 5km NMM by GFS
Mappa sull'Italia del modello WRF-NMM-5km, dati GFS, con altezza dello zero termico e l'accumulo di... Leggi tutto...
Immagine GFS 6h Snow Italia
GFS 6h Snow, la neve prevista dal modello americano GFS. Si tratta dell'accumulo atteso nelle 6h (6... Leggi tutto...
Risoluzione, ore di forecast e risorse di calcolo: un compromesso vincente
Già, ma quale modello globale usare? Quale risoluzione impostare? Nel nostro centro di calcolo... Leggi tutto...
Immagine Alta pressione persistente anche nella prossima settimana
La figura di alta pressione che ha messo radici sull’Europa centro-occidentale alla fine della... Leggi tutto...
Immagine La neve. Cos'è e come si prevede - Bertoni, Galbiati, Giuliacci
Nevicherà? Questa è la trepidante domanda che ogni inverno ci poniamo, fin dalla più tenera... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 8 - Meteorologia nel mondo e fenomeni estremi
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario dedicato alla conoscenza... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

Estate 2021: l'estate dei contrasti

Scritto da Andrea Corigliano Sabato 07 Agosto 2021 00:00

Estate 2021: l'estate dei contrasti

Anomalie geopotenziali e temperatureQuella che stiamo vivendo sarà ricordata come “l’estate dei contrasti”. Senza l’Anticiclone delle Azzorre a fare da paciere tra masse d’aria dalle caratteristiche fisiche molto diverse, abbiamo visto più volte cosa vuol dire quando aria calda di matrice nord-africana interagisce con quella più fresca di origine atlantica: chi si trova sotto l’influenza della prima sperimenta intense ondate di calore, mentre chi si trova lungo il confine tra le due osserva piogge e grandinate anche rilevanti.

Facendo una breve analisi per decadi a partire dal 1° giugno della distribuzione delle anomalie del geopotenziale a 500 hPa (Z500) e della temperatura a 850 hPa (T850), tra alti e bassi si evidenzia che questa situazione dura all’incirca dal 21 giugno. Dall’inizio dell’estate astronomica, in pratica, la circolazione atmosferica è sostanzialmente ingessata e propone evoluzioni molto simili tra di loro.

L’Europa occidentale, dove negli ultimi 45 giorni si è costruita un’anomalia negativa della Z500 di -40 metri (di altezza di geopotenziale), è l’area in cui ha stazionato più del solito una circolazione ciclonica che, di rimando, ha contribuito a costruire sulla stessa superficie isobarica un’anomalia positiva di +40 metri (di altezza di geopotenziale) sul Mediterraneo centrale e in particolare sulle nostre regioni meridionali, segno dell'espansione del promontorio sub-tropicale di origine continentale.

Le conseguenze a 850 hPa sono particolarmente evidenti perché una simile situazione non può che favorire frequenti ondate di calore dall’entroterra nord africano: il segnale che dimostra questa insistenza è proprio l’anomalia positiva della T850 che, sempre negli ultimi 45 giorni, ha mediamente superato al Centro-Sud e sulla Sardegna i 3 °C, raggiungendo i 4 °C su Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia.

Purtroppo non si intravede ancora una via di uscita perché anche nella prossima settimana, seppur in un contesto più stabile in arrivo anche sul Nord Italia, sembra ormai probabile delinearsi una nuova ondata di calore che potrebbe essere la più estesa ed intensa di questa stagione.





Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera


Stampa