Immagine Dal cuore dell'Umbria una collaborazione con App, dati e stazioni!
è una realtà ormai consolidata nel panorama meteorologico nazionale. Si tratta infatti di uno dei più importanti siti web e luoghi di "raccolta" dati... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI
Immagine Webcam - Imperia (Imperia)
Webcam Imperia (IM), panoramica sul mare della regione Liguria.
Immagine Webcam - Chamois (Aosta)
Webcam a Chamois, in provincia di Aosta (AO), nella splendida regione della Valle d'Aosta.
Immagine Radiosondaggi di Lucca (WRF)
Radiosondaggi per Lucca. Modello fisico matematico wrf-nmm
Immagine NAVGEM 500hPa Vort
Modello Americano NAVGEM: vorticità assoluta, geopotenziale a 500hPa e spessori.
Immagine Meteorologia, Volume 7 - I MODELLI FISICO-MATEMATICI E LA PREVISIONE DEL TEMPO
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario dedicato alla conoscenza... Leggi tutto...
Immagine Cosa sanno le nuvole? - Paolo Sottocorona
E' con il commento di Debora, una cara lettrice del nuovo libro del Capitàno Paolo... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

Analisi INVERNO 2015, zona Milano Sud

Analisi INVERNO 2015, zona Milano Sud
 

La sciroccata di Dicembre 2015L’inverno 2015 è stato caratterizzato da due fasi: la prima di stampo anticiclonico, la seconda più fredda e perturbata. Il trimestre ha palesato pesanti anomalie positive (+2.03°C) e un +38% di pioggia: esso è stato diametralmente opposto al 2014, in quanto il 2015 ha avuto un buon numero di giornate di brina, diverse nevicate (seppur molto brevi) e lunghissime fasi stabili.

Ecco l’analisi mese per mese (ribadisco, prendo i dati da Corsico Parco Sud, NON appartiene al cuore dell’isola di calore milanese, fatto importante per le minime).

- DICEMBRE: il più anomalo, caldo veramente fuori scala nella prima decade (oltre 6° di anomalia su 10 giorni!!), forti inversioni termiche con nebbie fittissime nella seconda e una intensa ma velocissima ondata di freddo a fine anno. Senza quest’ultima sarebbe stato il dicembre più caldo della storia, ma il periodo freddo del 27-31 dicembre ha salvato in extremis il mese (5 giornate di media integrale negativa, una modesta nevicata e due giornate di ghiaccio sfiorate): le minime sono scese a -5 anche in piena isola di calore milanese (come non si vedeva dal febbraio 2012…), con punte di -7/-8 nelle campagne.

- GENNAIO: anche qui, la prima quindicina del mese estremamente calda, rivaleggiava quasi con l’inavvicinabile 2007 (il 4 è stato il giorno con la massima più alta dell’intero inverno e addirittura le 4 massime più alte dell’intero inverno appartengono a questo periodo!), mentre la seconda quindicina è stata decisamente più invernale, con alcune forti gelate e una modestissima nevicata il giorno 30.

FEBBRAIO: è stato il mese più “Invernale”, infatti è stato in perfetta media 71-00. La prima decade di febbraio è stata la più fredda dell’anno insieme alla terza di dicembre, nonché decisamente nevosa (circa 20 cm tra il 5 e il 6, accumuli anche di 60-80 tra Emilia e Cremonese!). La prima quindicina del mese è stata la più fredda dell’anno con 10 giorni con minima negativa, 8 giorni con massima minore o uguale a 5° e due soli giorni sopra i 10° (di poco…). Mese piovosissimo (e anche piuttosto nevoso…) con 143.6 mm.

In definitiva l’inverno è stato “salvato” da due periodi freddi e nevosi, il primo (e più intenso) a cavallo del capodanno e il secondo (più lungo ma meno gelido) tra fine gennaio e metà febbraio.

La domanda che sorge spontanea è: come mai un inverno con 4 nevicate e 39 giorni con minima negativa (la media è 44) è stato così caldo? La risposta è semplice: la gente comune viene “catturata” dalle nevicate eccezionali documentate dai media, nonché dalle brinate intense al mattino presto, dimenticando due cose:

1) è NORMALE che nevichi in inverno e ci siano brinate con -4/-5°
2) pochi ricordano che dicembre ha avuto 13 giorni con massime >10° (contro una media di 5) e gennaio 9 (media 3). Non solo, dicembre ha avuto minime folli (anche di 11-13° a inizio mese, tipico di metà ottobre) e gennaio ha avuto ben 4 giorni >15°.

È logico che, nonostante il buon numero di gelate e i 30-35 cm di neve circa caduti in toto, il trimestre sia stato molto caldo. Una considerazione fatta diverse volte in altri articoli è la seguente: gli aggettivi “caldo” o “freddo” non si fanno a sensazioni (soggettive!) delle persone, ma coi numeri, e questi ultimi ci hanno detto che l’inverno è stato classificato come “Molto caldo”.

Nella foto in alto a sinistra: Sciroccata di inizio dicembre: aria pulita e temperature tipiche di ottobre.

Nevicata del 6 febbraio: 10-12 cm di neve, la nevicata più interessante da due anni.
Gelo della prima decade di febbraio: pozze completamente ghiacciate, dovute a minime di circa -4° e massime poco sopra lo 0.
Nevicata del 6 febbraio: 10-12 cm di neve, la nevicata più interessante da due anniGelo della prima decade di febbraio: pozze completamente ghiacciate, dovute a minime di circa -4° e massime poco sopra lo 0°

Davide Santini

Stampa