Immagine Meteorologia, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche fisiche
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, Volume 3 - Le masse d'aria e le loro caratteristiche fisiche...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Tornado a Lignano? Il racconto del più famoso cacciatore di Tornado del Friuli ...
Il Tornado si Lignano Sabbiadoro dell'Agosto 2005 raccontato dal più grande cacciatore di tornado... Leggi tutto...
Immagine Tuoni e fulmini! I fenomeni elettrici dell'atmosfera
Fulmini, tuoni, temporali. L'attività elettrica dell'atmosfera è tra i fenomeni più pericolosi e... Leggi tutto...
Immagine WRF 0C-12hSnow (nord)
Modello fisico numerico WRF con l'accumulo di neve previsto per le regioni del nord in 12 ore (in... Leggi tutto...
Immagine Meteogramma di Venezia (GFS)
Grafico meteogramma per Venezia previsto dal modello globale GFS. Pressione, temperature, zero... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 2 - Gli elementi meteorologici principali
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, Volume 2 - Gli elementi meteorologici principali...
Immagine Climatologia e Ambiente - Guido Caroselli
Climatologia e Ambiente - Guido Caroselli. Un saggio dedicato a tutti coloro che desiderano... Leggi tutto...

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

*** ESTREMI METEO PREVISTI ***

Settimana di Pasqua molto dinamica: dapprima irruzione fredda, poi nuovamente flusso atlantico?

Lunedì 14 Aprile 2014 00:00

Settimana di Pasqua molto dinamica: dapprima irruzione fredda, poi nuovamente flusso atlantico?


Finalmente dopo alcuni giorni all'insegna di grande incertezza e "dietrofront" i maggiori modelli previsionali, tra cui GFS ed ECMWF hanno trovato la strada "comune" che ci porterà alle Festività di Pasqua, con una evoluzione ahimè perturbata.Dapprima la "strada" l'aveva già tracciata il modello americano GFS, anticipando l'evoluzione perturbata per le prossime Festività.Mentre l'europeo ECMWF posticipava l'evento perturbato alla giornata di Pasquetta, con fenomeni meno intensi, rispetto al suo antagonista americano.

A metà della settimana un'irruzione fredda diretta principalmente verso la Penisola Balcanica, interesserà la nostra Penisola, tra il 16 ed 18 Aprile, con crollo delle temperature consistente.Martedì 15 Aprile ritroveremo fenomeni temporaleschi su buona parte delle regioni centro-meridionali, con la caduta della neve attorno ai 1000 metri di quota. Al passaggio del fronte freddo, si attiveranno forti venti di Grecale e Tramontana, che interesseranno tutta la nostra Penisola almeno fino a Giovedì.Il versante adriatico sarà il settore più interessato dal calo termico, con isoterme dei -2°C a 1500 metri localmente più in basso.Sui versanti occidentali l'azione fredda, sarà mitigata specie al nord-ovest, dall'effetto favonico, che non acconsentirà il raffreddamento come altrove.Giovedì e Venerdì saranno due giornate più tranquille al centro-nord e con poche variazioni termiche, ma al sud ci attendiamo ancora una certa instabilità. Inoltre dal Nord Europa un nuovo fronte perturbato si avvicinerà nella serata di Venerdì alle regioni nord-occidentali.


Sabato Santo il nuovo vortice depressionario sarà giunto al settentrione, che determinerà fenomeni precipitativi localmente intensi, in sconfinamento verso il centro.Domenica di Pasqua: il vortice si approfondirà ulteriormente, le piogge interesseranno sopratutto il nord-ovest ed il versante tirrenico.Pasquetta: il corpo nuvoloso annesso al vortice depressionario proseguirà a dispensare precipitazioni un po' per tutta la nostra Penisola. Temperature in calo un po' per tutti i settori, più accentuato al nord.

Evoluzione probabile per i giorni successivi:Le ultime proiezioni confermano una prosecuzione dell'instabilità su buona parte della nostra Penisola, in un contesto termico contenuto.Naturalmente vi invitiamo ad aggiornarvi. Intanto a completamento del mio editoriale, vi allego la mappa delle precipitazioni previste per la giornata di Domenica 20 Aprile, dal modello americano GFS:

Tempo atteso per Pasqua 2014

Fabio Porro

Stampa