Immagine GFS Temp 2m Italia
GFS Temp 2m è la mappa che descrive la temperatura prevista dal modello gfs sull'Italia all'altezza standard di 2 metri.
Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine Meteorologia, Volume 5 - Nubi e precipitazioni
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario dedicato alla conoscenza... Leggi tutto...
Immagine Guida Pratica al Meteo per l'Escursionista - Marco Virgilio
Pensato per tutti gli appassionati delle montagne friulane che vogliono affrontare le loro uscite... Leggi tutto...
Immagine Meteogramma di Brescia (WRF)
Meteogramma: tanti parametri atmosferici attesi nel tempo inseriti una sola cartina. Qui è... Leggi tutto...
Immagine WRF 0C-24hSnow (centro-sud) - ARW by GFS
Mappa per il centro-sud italia del modello WRF ARW (su GFS) con l'altezza dello zero termico e... Leggi tutto...
Immagine SI AFFACCIANO ALL’ORIZZONTE LE PRIME CIRCOLAZIONI DI STAMPO ESTIVO
Ci sono schemi sinottici che lasciano pochi dubbi sulle intenzioni della dinamica atmosferica nella... Leggi tutto...
Immagine IL FINE SETTIMANA AVVIERÀ UNA FASE DI MALTEMPO TARDO AUTUNNALE CON PIOGGE, SENS...
Dopo aver condotto l’analisi sull’evoluzione prevista a scala sinottica per i prossimi giorni,... Leggi tutto...

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

INSTABILITÀ: DALL’INIZIO DELLA PROSSIMA SETTIMANA DI NUOVO PUNTO E A CAPO

Scritto da Andrea Corigliano Giovedì 08 Giugno 2023 00:00

INSTABILITÀ: DALL’INIZIO DELLA PROSSIMA SETTIMANA DI NUOVO PUNTO E A CAPO

La situazione attesa per la prossima settimanaC’è una regola ferrea nella dinamica atmosferica che viene quasi sempre rispettata: quando alle alte latitudini è presente un campo di alte pressioni, sul Mediterraneo il tempo è spesso instabile.

La situazione che stiamo vivendo ormai da diverse settimane non dà cenni di sostanziale cambiamento perché, se è pur vero che i massimi del campo anticiclonico di blocco si sposteranno nei prossimi giorni dalle Isole Britanniche alla penisola scandinava, a scala sinottica non cambierà il movimento delle masse d’aria che saranno ancora costrette ad uscire dalla figura di alta pressione per entrare laddove il campo barico mantiene una circolazione ciclonica specie in quota, vale a dire alle nostre latitudini.

Dopo la temporanea attenuazione delle condizioni di instabilità prevista per questo week-end, ecco che all’inizio della prossima settimana un nuovo apporto di aria fresca in quota – in scorrimento lungo il fianco meridionale della figura anticiclonica russo-scandinava – tornerà ad instabilizzare il tempo sulla nostra penisola con la possibile formazione di una goccia fredda che poi potrebbe stazionare sulle nostre regioni per alcuni giorni e rinnovare continuamente la formazione di rovesci e temporali.

Almeno fino all’ingresso dell’estate astronomica non si intravedono quindi segnali robusti per l’avvio di una fase stabile e duratura, in grado di dare una prima spinta al campo termico verso valori sopra la media del periodo. Se infatti da un lato continueremo ad accumulare precipitazioni e quindi daremo molto probabilmente anche a giugno la maglia di «mese più piovoso della norma», dall’altro le temperature continueranno ad oscillare intorno ai valori normali per questo mese, mantenendosi così lontano dai valori tipici delle ondate di calore.

Avremo modo di dettagliare meglio le fasi di questo nuovo periodo atmosferico nei prossimi interventi.



Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Per le classiche previsioni del tempo, vai al meteo per oggidomani, oppure al METEO SETTIMANALE » Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica.

Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera

Stampa