Immagine Radar Friuli e Slovenia, Alpi Orientali
Mappa Radar a cura di ARSO SIRAD, monitoraggio di Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Alpi Orientali.(Se la mappa non è aggiornata prova a ricaricare la pagina... Leggi tutto...

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Immagine Migliaia di persone ogni anno verrebbero uccise dall'inquinamento atmosferico as...
Il mais è il re delle coltivazioni negli Stati Uniti, con oltre 14 miliardi di... Leggi tutto...
Immagine UN VIAVAI DI TEMPESTE ATTANAGLIA L’OCEANO ATLANTICO
Immaginiamo un leone chiuso in una gabbia che si dimena, con rabbia, perché giustamente vuole... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 5 - Nubi e precipitazioni
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario dedicato alla conoscenza... Leggi tutto...
Immagine Meteorologia, Volume 1 - L’atmosfera: costituzione, struttura e proprietà
Da professionista, dopo un percorso di studi universitario mirato alla conoscenza dell’atmosfera... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Nuoro
L’orografia della provincia di Nuoro è molto complessa e di conseguenza lo sono gli aspetti... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Trentino, Veneto e Friuli 24h - Mappe grafiche riassuntive dell...
Le previsioni meteo per le regioni Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia per i... Leggi tutto...

Il Lago d'Averno: lago craterico della Campania

Il Lago d'Averno: lago craterico della Campania

Il Lago D'Averno, comune di PozzuoliE' situato nei Campi Flegrei in prossimità del Golfo di Pozzuoli, con il quale fu collegato in età romana da un canale divenendo un sicuro porto militare (Portus Julius).

Chiuso tra ripidi versanti boscosi, ha una superficie di 0,55 km2 e una profondità massima di 34 m.

Per il suo lugubre aspetto e le emanazioni solforose della zona, era considerato dagli antichi l'ingresso agli inferi (Lacus Avernus).

I Campi Flegrei sono una regione di bassi rilievi vulcanici che si estende dal fiume Sebeto verso ovest finoa Cuma e a capo Miseno: evidente prosecuzione di questo distretto vulcanico sono le isole d'Ischia, Procida e Vivara.

La regione è caratterizzata da numerosi crateri vulcanici poco elevati (il rilievo più alto è il monte Camaldoli, 458 m), alcuni dei quali fortemente erosi dagli agenti esogeni e dall'azione del mare.


L'attività vulcanica, che ebbe inizio alla fine del Pliocene o all'inizio del Pleistocene, si manifestò anche in epoca storica con la formazione del Monte Nuovo, awenuta in appena 48 ore alla fine del settembre 1538.

Curiosità (da Wikipedia): il nome Avernus deriva dal greco άορνος ("senza uccelli"). Si narra che tale assenza fosse dovuta al fatto che le acque del lago esalassero dei particolari gas che non permettessero la vita agli uccelli.

Secondo la religione greca e poi romana, era un accesso all'Oltretomba, regno del dio Plutone. Per tal motivo gli inferi romani (l'Ade greco) si chiamano anche Averno.

Il lago di Averno giace all'interno di un cratere vulcanico spento, nato 4.000 anni fa. Infatti anche il poeta Virgilio nel sesto libro dell'Eneide colloca vicino a tale lago l'ingresso mistico agli Inferi, dove l'eroe Enea deve recarsi (scrupea, tuta lacu nigro nemorumque tenebris VI, 238).

Il lago d'Averno è il secondo per dimensione, dopo il Fusaro, dei laghi presenti nei Campi Flegrei.

Nel corso del XIX secolo è stato oggetto di studio in particolare per il fenomeno ottico della Fata Morgana.

Stampa