*** TWEET da CENTROMETEO ***

La nostra Newsletter!

Resta aggiornato sulle nostre meteo-novità!

Get our toolbar!

Il modello americano GFS

Il modello GFS

E' uno dei più famosi, soprattutto tra gli appassionati, noto per la molteplicità dei prodotti disponibili su internet.


Si tratta del modello dell'aviazione statunitense, creato negli anni '80, altrimenti noto come "Aviation (AVN) and the Medium Range Forecast (MRF)".

E' in continua evoluzione grazie al lavoro dei ricercatori del NCEP (National Centers for Environmental Prediction) e i risultati stanno portando le prestazioni del GFS sempre più vicine a quelle dell'ECMWF (che per l'Europa rimane in generale il migliore: ma nonostante le tasse pagate da noi europei ben poco viene messo a disposizione gratuitamente. Inoltre con gli ultimi notevoli aggiornamenti la cosa è tutta da (ri)vedere).

Basato sulle classiche equazioni di conservazione della massa, del momento e dell'energia, oltre a tantissime altre, la risoluzione orizzontale del Global Forecast System con l'upgrade del 2015 passa a T1534 Semi-Lagrangian (circa 13km) per i primi 10 giorni di forecast e di circa 35 km (T574 Semi-Lagrangian) per le successive ore di forecast fino a +384h.

Qui si può accedere alla pagina contenente lo storico aggiornato dei vari cambiamenti del modello, sia effettuati che previsti in futuro.


I livelli verticali sono 64 (fino a  meno di 1 hPa, praticamente si sviluppa in verticale fino alla stratopausa!) utilizzando le cosiddette cordinate ibride sigma-pressione. Non sono equispaziati, nel senso che sono più "fitti"  vicino al suolo che non nelle parti alte dell'atmosfera. Lo schema di assimilazione era il GSI-3DVAR, mentre come dati iniziali vengono usati anche quelli satellitari. Con l'aggiornamento dell'11 Maggio 2016 finalmente anche GFS si dota per l'assimilazione della tecnica 4D-Var e precisamente del 4D Hybrid Ensemble-Variational Data Assimilation System, oltre ad altre modifiche che ne hanno sensibilmente migliorato le performances.

Gli output del GFS sono forniti comunque con grigliato a 0.25° (circa 25km), 0.50°, 1° di risoluzione orizzontale per i primi 10 giorni e vengono effettuati 4 run al giorno (00, 06, 12, 18 UTC) con intervalli di 3 ore e 47 livelli verticali (la disponibilità dei dati dipende dai server cui si accede).

Nel nostro sito potete consultare anche le mappe GFS con un focus migliore sull'Italia, elaborate da noi, insieme a quelle fornite da Wetterzentrale.

Tante le modifiche che avvengono nella fisica, nel codice e nell'assimilazione dati. Questo è il punto di riferimento per ogni informazione ufficiale sul modello GFS, con tutti gli altri dettagli dell'implementazione.