Immagine NAVGEM MSLP - 12hPrec
Modello Navgem, della Marina Americana. Precipitazioni accumulate nelle 12 ore precedenti e pressione al livello del mare
Video rubrica Tempo al Tempo

Il VIDEO-METEO del Capitano Sottocorona

Iscriviti al nostro canale Youtube!

Immagine Webcam - Terranera (L'Aquila)
Webcam a Terranera (Rocca di Mezzo) in provincia de L'Aquila (AQ). Regione Abruzzo. Vista... Leggi tutto...
Immagine Webcam in Umbria
Una selezione delle webcam disponibili nella regione UmbriaPerugia (PG)Colfiorito (PG)San Gemini... Leggi tutto...
Immagine AGGIORNAMENTO SUL POSSIBILE NUOVO RAFFREDDAMENTO DOPO IL 3-4 FEBBRAIO: ECCO CHE ...
Dopo aver lasciato alla modellistica numerica due giorni di tempo per ricalcolare più volte la... Leggi tutto...
Immagine Il rischio per la Terra degli asteroidi più piccoli
Un piccolo asteroide è passato relativamente vicino alla Terra (Gennaio 2018), pensate che... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Molise - Mappe grafiche dettagliate delle 24 ore
Le previsioni meteo per la regione Molise. Il tempo atteso per i prossimi giorni. Riassunto nelle... Leggi tutto...
Immagine Previsioni meteo Campania - Mappe grafiche dettagliate esaorarie
Le previsioni meteo per la regione Campania. Il tempo atteso di notte, mattina, pomeriggio, sera

Le ultimissime dal Televideo RAI

Anteprima Televideo RAI

ESTREMI METEO OGGI. RETE LMT

LE QUARANTOTTO ORE PIÙ DIFFICILI

Scritto da Andrea Corigliano Lunedì 15 Maggio 2023 12:00

LE QUARANTOTTO ORE PIÙ DIFFICILI

Situazione prevista per il 16 maggio 2023Passo dopo passo si va strutturando l’intensa ondata di maltempo che dopo aver interessato le nostre regioni meridionali è ora destinata a risalire verso nord con il graduale spostamento sul Tirreno meridionale del ciclone mediterraneo formatosi a sud della Sicilia. La nuvolosità ha raggiunto le regioni centrali e continua il suo moto verso nord, accompagnata da precipitazioni che nelle prossime ore risaliranno soprattutto il versante adriatico per raggiungere il Nord-Est nella giornata di domani. Sarà proprio quella di domani la giornata peggiore, con il minimo di pressione di circa 994 hPa che nel primo pomeriggio si posizionerà a ridosso delle coste abruzzesi e da questa posizione impegnerà con il proprio fronte occluso la maggior parte delle nostre regioni centro-meridionali e con venti da forti a burrascosi tutti i nostri bacini che risulteranno così da molto mossi a localmente molto agitati (fig. 1, a sinistra).

L’intensa circolazione ciclonica, in rotazione attorno al vortice, esporrà il settore adriatico centro settentrionale all’azione di un’attiva area di convergenza tra l’umido flusso sciroccale e le correnti di bora in uscita dalla Slovenia e dalla Croazia (fig. 1, a destra). Tra la Romagna e il nord delle Marche le condizioni atmosferiche saranno quindi particolarmente favorevoli alla formazione di precipitazioni diffuse, da moderate a forti, che potrebbero risultare insistenti e quindi portare a cumulate anche molto abbondanti a partire dalle aree collinari perché qui sarà più incisivo lo sbarramento imposto dall’orografia su cui la ventilazione andrà a impattare. Per lo stesso motivo, un’altra area in cui il maltempo risulterà molto probabilmente intenso sarà quella del basso versante tirrenico, tra la Campania e la Calabria. Altrove, piogge per lo più da deboli a moderate entro la linea bianca tratteggiata e per lo più scarse ed occasionali al di fuori di essa.



Dopodomani, mercoledì 17, le condizioni di maltempo inizieranno lentamente ad allentare la morsa. La depressione inizierà infatti ad attenuarsi, pur rimanendo in una posizione quasi stazionaria e quindi continuando a distribuire le precipitazioni più intense, ma meno abbondanti rispetto al giorno prima, sulle stesse aree (fig. 2, a sinistra). Saranno quindi ancora la Romagna, il nord delle Marche, la Campania e la Calabria tirrenica a ricevere nuove precipitazioni comunque significative e quindi a far sì che l’evento possa nuovamente assumere caratteristiche di eccezionalità in particolare per la Romagna (fig. 2, a destra): questa regione, infatti, si troverà a distanza di circa due settimane a subire un secondo evento pluviometrico estremo.

Situazione prevista per il 17 maggio 2023


Ricordo a tutti i nostri lettori che, su facebook, potete trovarmi anche alla pagina di Meteorologia Andrea Corigliano a questo link. Grazie e buona lettura!

Per le classiche previsioni del tempo, vai al meteo per oggidomani, oppure al METEO SETTIMANALE » Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì, Venerdì, Sabato, Domenica.

Andrea Corigliano, fisico dell'atmosfera

Stampa