Immagine Meteorologia, Volume 4 - La circolazione atmosferica: dalla grande scala al...
Meteorologia, la collana di Andrea Corigliano, Volume 4 - La circolazione atmosferica: dalla grande scala al Mediterraneo.
Immagine Guida Pratica al Meteo per l'Escursionista - Marco Virgilio
In libreria il libro Guida pratica al Meteo per l'escursionista scritto dall'amico giornalista... Leggi tutto...
Immagine I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon
I più grandi eventi meteorologici della storia - Paolo Corazzon. Gli estremi del passato...
Immagine Baccalà mantecato alla veneziana
Baccalà mantecato alla veneziana: un piatto semplice, dal gusto delicato e morbido, antichi sapori... Leggi tutto...
Immagine Maggio 2012: Milano e Bologna a confronto
Maggio 2012: Milano contro Bologna. Puntuale ancora una volta Davide Santini ci racconta l'analisi... Leggi tutto...
Immagine Meteo e Clima in Provincia di Brescia
Meteo e Clima in Provincia di Brescia, le previsioni del tempo per tutti i comuni
Immagine Meteo e Clima in Provincia di L'Aquila
Meteo e Clima in Provincia di L'Aquila, le previsioni del tempo per tutti i comuni

L'Eclissi parziale di Sole del 20 Marzo 2015

L'Eclissi parziale di Sole del 20 Marzo 2015

Eclissi parziale di SoleSi preannuncia un evento decisamente interessante quello dell'eclissi di Sole prevista per il 20 Marzo 2015.E' dal lontano 20 Marzo 1662 che non si verifica una eclissi totale di Sole durante l'equinozio di primavera, ossia quando la durata del giorno risulta identica a quella della notte.

Sottolineiamo subito come l'eclissi sarà totale solamente in zone con una latitudine piuttosto lontana dalla nostra, in particolare i settori maggiormente urbanizzati che potranno godere di tale fenomeno saranno, tra gli altri, due arcipelaghi famosi ossia quello delle Far Oer (Danimarca) e quello delle Svalbard (Norvegia).

L’eclissi avverrà durante la mattinata, con un orario di picco leggermente diverso a seconda della località da cui sarà osservata: a Torino alle ore 10:29, a Trieste alle 10:38, a Roma 10:31 , a Napoli 10:32 a Bari alle ore 10:36 e a Cagliari alle 10:22.

Anche l’intensità dell’eclissi dipenderà dal punto di osservazione: sarà massima al Nord Italia, a Domodossola per esempio sarà coperto il 67,7% del disco solare, a Milano il 64,8%, diminuendo via via che si scende lungo lo Stivale, a Viterbo il 55,5%, a Roma 53,8%, a Napoli solo 48,4%, mentre a Siracusa non si supererà il 39,6%.


Osservare l'eclissi è un fenomeno affascinate, ma è necessario usare alcuni accorgimenti per non incorrere in rischi inutili.

Totalmente da escludere guardare il sole ad occhio nudo, visto che può provocare danni permanenti alla nostra retina.

Risulta da evitare anche l'uso di vecchie pellicole, radiografie, vetri affumicati o occhiali da sole, che non soddisfano i requisiti minimi di protezione in questi casi.Meglio acquistare filtri e occhiali appositi, in alternativa alcuni esperti consigliano il vetro da saldatore, avente protezione sufficientemente alta, non inferiore ai 13/14 din. In ogni caso è sconsigliata la visione prolungata, risulta opportuno guardare l'eclissi solamente per pochi secondi alla volta.

Dal punto di vista meteorologico, al momento in cui scriviamo, è attesa nuvolosità più compatta nell'estremo nord-ovest , velature a tratti compatte sulla Sardegna e in progressiva entrata da metà mattinata sulle coste del centro-nord.

Nuvolosità alta a tratti in transito anche al nord-est, mentre qualche cumulo basso ma molto isolato e circoscritto potrebbe fiorire nelle estreme regioni ioniche.

Nel complesso quindi tempo accettabile salvo su Piemonte occidentale, Liguria occidentale e Val'd'Aosta.

Buona visione.

Francesco Del Francia